Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

LIBRO-KIT DELLE MASCHERE

English version below.

Divertirsi facendo finta di essere qualcun altro è da sempre divertentissimo e super attraente, però i costumi e le maschere in commercio sono tristemente molto standardizzati.
Per “Azioni per le Periferie Torinesi” The Paper Lab, con AxTo e la Città di Torino, ha creato un kit per Azioni per le Periferie Torinesi di assemblaggio delle fantastiche maschere che i futuri attori potranno creare sulla base della loro fantasia, originalità e creatività: sfruttando cinque componenti del volto, occhi, naso, sopracciglia, bocca e faccia, le combinazioni per cavalcare a briglia sciolta sulle ali della fantasia sono moltissime!

Le maschere arrivano in tre set ricombinabili: cantante, yeti e indiano. Ma perché ricombinabili? Perché la cosa fantastica è che i pezzi sono bianchi e separati tra loro rendendo possibile creare la propria maschera personalizzata utilizzando a piacere pezzi dei set esistenti. Possiamo usare naso e sopracciglia dell’indiano con le labbra della cantante e i capelli e faccia dello Yeti e montare una maschera originale che sfrutta le molteplici combinazioni dei materiali forniti.

Il materiale con cui è realizzato sfrutta gli sfridi tipografici, grazie al quale abbiamo applicato la nostra inventiva per creare un dorsino speciale per un libro speciale: si possono rimuovere con facilità le pagine del libro senza rovinare i pezzi della maschera, defustellare, colorare e assemblare a piacere.

Il libro-kit delle maschere va oltre il suo essere libro, poiché acquisisce senso e utilità nel momento in cui smette di essere l’oggetto di forma standardizzata e prende vita grazie alla fantasia e le mani dei piccoli creativi!

MASKS KIT-BOOK

English version.

Having fun pretending to be someone else has always been fun and super attractive, but the costumes and the masks on the market are sadly very standardised.

For “Actions for the Turin suburbs”, The Paper Lab, with AxTO and the City of Turin, has created a kit for Actions for the Turin suburbs to assemble fantastic masks that future actors can create based on their imagination, originality and creativity: using five components of the face, eyes, nose, eyebrows, mouth and face, there are many combinations to ride free on the wings of fantasy!

The masks come in three recombinable sets: singer, yeti and Indian. But why recombinable? Because the great thing is that the pieces are white and separate from each other, making it possible to create your own personalised mask using pieces from existing sets. We can use the Indian’s nose and eyebrows with the singer’s lips and the Yeti’s hair and face and assemble an original mask that uses the many combinations of materials provided.

The material with which it is made makes use of typographical scraps, thanks to which we have applied our inventiveness to create a special spine for a special book: you can easily remove the pages of the book without ruining the pieces of the mask, defust, colour and assemble as you like.

The masks book-kit goes beyond being a book, as it acquires meaning and usefulness in the moment it stops being a standardised shaped object and comes to life thanks to the imagination and to the hands of the little creatives!

English translation: Maria Grazia Ronchi

Related articles

LA GALASSIA VENTAGLIO VOL. 1: Il processo di scrittura.

Vol. 2 – Vol. 3 – Vol. 4 – Vol. 5 – Vol. 6 – Vol. 7 – Vol. 8 – Vol. 9 – Vol. 10– Vol. 11 Vérsion Française ci-dessous. English version below. Per un’artista è difficile creare ma è soprattutto complesso parlare delle proprie creazioni. Daniela Calisi ci prova, si mette in gioco […]