Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

“Nel mezzo di un gelido inferno” – 34 fascicoli di esperienze infernali, di Saulo Lucci.

Ancora una volta vi siete soffermati per sbirciare e scoprire cosa è accaduto al poeta disperso nel mezzo del cammin di nostra vita. 

Ma questo non è un commentario dell’Inferno nè una sua riscrittura. Questa è la raccolta di 34 capitoli che raccontano cosa succede nella testa di uno che conosce tutto l’Inferno di Dante a memoria. 

Nel mezzo di un gelido inferno nasce dalla stessa passione che ha portato l’autore, Saulo Lucci, a creare 34 spettacoli di narrazione sui 34 canti dell’Inferno. La sua vera natura si vuole riassumere nel sottotitolo che recita: 

“l’autore si arroga il diritto di scrivere un libro sulla sua esperienza di lettore pur non essendo altri che un guitto”. 

Una volta completata l’operazione di scrittura dei 34 capitoli che ricalcano la lettura dei 34 canti infernali, ecco nascere l’occasione di rendere tangibile questo lavoro attraverso un’opera di pubblicazione che si era profilata fin dal primo incontro dell’autore con The PaperLab.

Parte quindi da noi l’idea di dare vita a una pubblicazione a fascicoli in cui é Dante a commentare Saulo, non viceversa, e rimanendo fedeli al nostro principio di creare un prototipo originale, che si possa produrre artigianalmente e in una logica di economia circolare.

Era quasi obbligata la scelta di coinvolgere l’artista Davide Fasolo, che già aveva decorato alcune delle nostre maschere, per la realizzazione delle copertine. E’ infatti con lui che abbiamo elucubrato l’idea di un’unica illustrazione divisibile in 34 parti che andranno ciascuna ad adornare la copertina di uno dei volumetti. Pure essendo ciascuna copertina staccabile e incorniciabile singolarmente, l’opera nella sua completezza sarà visibile solo collezionando tutti e 34 i fascicoli. Così come per la storia scritta da Saulo, é bello sapere che c’é una conclusione del cammino, ma altrettanto bello é godersi il percorso, anche solo in parte. Un’opera dunque a più mani e a più teste che hanno lavorato, lavorano  e lavoreranno per rendere il prodotto unico e raro e prezioso.

In occasione della ricorrenza del Dantedì, giorno indicato dal sommo poeta come inizio del suo viaggio nella selva oscura, proponiamo una raccolta fondi che ha l’obiettivo di coinvolgere i lettori ad accompagnarci nel processo di pubblicazione dei 34 fascicoli, cominciando dall’uscita del primo prevista per Giugno 2021.

L’AUTORE

Chi è Saulo Lucci

Attore, musicista e cantante formatosi alla Performing Art University Torino (PAUT) –  diretta da Philip Radice. 

Nel 2014 scopre di nutrire una smisurata passione per la Divina Commedia e da vita a un  progetto teatrale dal titolo Hell o’ Dante, 34 spettacoli ognuno dedicato a un canto dell’Inferno. 

“Trovai su una bancarella di via Po, a Torino, una vecchia Divina Commedia che recava a margine dei più famosi versi della storia l’annotazione di una studentessa: “A 35 anni mi sono perso in un bosco”. Non ho potuto ignorare la freschezza e l’ironia dirompenti di cui l’ingenua semplificazione era impregnata e a essa mi sono ispirato per concepire il mio progetto”

Il suo sito web é: https://www.saulolucci.it

L’ILLUSTRATORE

Chi è Davide Fasolo?

Davide Fasolo, pittore e documentarista, utilizza tecniche differenti a seconda delle necessità, dall’olio su tela all’illustrazione, dalla pittura digitale al collage.

Da due anni lavora a “Interpretazioni”, un complesso progetto illustrativo.
Dal 2006 si interessa di video e più in specifico di documentari e ha realizzato “Chess Me Out” (un
documentario sul mondo degli scacchi e dei loro protagonisti), “Living Decay” (girato nel nord della
Norvegia, racconta di due street-artist norvegesi e dei loro grandi stencil su edifici abbandonati),
“Lipnosfera” (un video-documento tra ipnosi e antropologia), “Slamthepoetry” (un racconto corale su
cosa sia il fenomeno del poetry slam in Italia) oltre a numerose collaborazioni con associazioni ed artisti
artisti – in particolare nel campo della street-art e della poesia.

Siti web: https://www.davidefasolo.com
https://www.instagram.com/davidefasolostudio
https://www.behance.net/davidefasoloart

L’EDITORE

ThePaperLab è unprogetto di Miranda APS, un laboratorio in cui si creano prototipi editoriali, allestimenti e soluzioni di comunicazione, tramite le tecniche e i metodi della cartotecnica, della editoria interattiva, della motion graphic e dell’info design.

Un luogo aperto a professionisti, fasce deboli, studenti e famiglie, dove si promuove l’innovazione sociale con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione.  

Miranda APS dal 2018 al 2019 ha ospitato gli spettacoli di Hell o’ Dante all’interno dell’Osteria di Miranda presso la bocciofila del Fortino, offrendo elementi di interazione col pubblico congeniali alle performance dell’autore. 

Grazie a un videoproiettore interattivo la performance oratoria veniva arricchita da elementi visuali così da accompagnare gli spettatori in un’immersione sinestesica nei versi danteschi. 

LA REALIZZAZIONE

Abbiamo scelto di far uscire l’opera in fascicoli riprendendo la tradizione dei Feuilleton di metà ‘800: i fascicoli si potranno raccogliere per formare un libro intero tramite due bellissimi bulloni (stiamo citando Depero? sì) , così da poter montare  a proprio piacimento l’opera. 

I fascicoli saranno 17*15 cm (perché così sono belli, bellissimi), e la rilegatura sarà speciale, prototipata direttamente dal ThePaper Lab. La filosofia del ThePaperLab è quella di utilizzare sfridi della produzione tipografica e industriale, grazie ai quali ci é possibile impiegare carta di particolare pregio pur mantendo contenuti i costi. Utilizzeremo tecniche di stampa artigianali che andranno a valorizzare ogni parte dell’opera: ogni singolo fascicolo sarà un’opera unica stampata, tagliata ed assemblata a mano. 

Poichè crediamo che il processo di produzione non sia un “dietro le quinte” a cui lo spettatore deve rimanere estraneo, ma parte essenziale di un’opera da cui non si può prescindere per viverla e comprenderla a pieno, vi renderemo partecipi dell’intera produzione di quest’opera.

Su questa pagina pubblicheremo, per tutto il periodo della campagna le evoluzioni, i video, il backstage del processo realizzativo. La pagina sarà aggiornata con il procedere della lavorazione. 

E DI NUOVO UN POETA VI CHIEDE DI ACCOMPAGNARLO ALL’INFERNO

A questa “opera a più mani” chiediamo di aggiungere la vostra, la mano dei lettori, amatori, assidui frequentatori della selva oscura o saltuari visitatori incuriositi da questa nuova esperienza infernale. Un contributo che chiediamo a tutti coloro che in quella “diritta via smarrita” non smettono mai di ritrovare qualcosa. 

Related articles