Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Why so serious?

Il ARG “Why so serious“ è stata realizzata dalla agenzia “42 Entertainment” e precedeva il film “The Dark Knight” di Christopher Nolan. Il ARG aveva più di 11 milioni partecipanti da più di 75 paesi. Il gioco cominciava con banconote finte che erano distribuito alla Comic-Con di San Diego sulle quale c’era scritto “Why so serious”. Le banconote portavano i giocatori su una pagina web con coordinati ed un orario. Arrivando in questo luogo dovevano ricaricare la pagina web, dove c’era scritto “guarda su”. I giocatori del ARG potevano leggere, scritto da un aereo in cielo, un numero di telefono. Chiamando il numero hanno ricevuto il prossimo indizio.

Così si sviluppava il gioco che alla fine ha unito tanta gente in un mondo di centinaia di pagine e giochi su web, giornali con notizie da “Gotham City” anche stampati, chiamate di telefono e manifestazioni finti di fan tutti truccati come il Joker. Con questo gioco i fan potevano prima scoprire gli attori, che in questo momento non erano ancora annunciato ma anche trailer del film.

La “42 Entertainment” così poteva collegare il mondo di Batman con il film e la vita reale dei giocatori. Questo ARG può essere considerato un ARG “close-ended” o “thickly-ploted” con un alto livello d’interazione, perché giocatori dovevano trovare indizi che alla fine hanno costruito un mondo già prescritto molto denso da una agenzia di marketing.

Di Juri Gnewtschinski

Related articles

Giuseppe Penone

Giuseppe Penone è un artista concettuale italiano, rappresentante del movimento dell’arte povera. Il suo elemento distintivo è sicuramente l’uso degli alberi e l’appropriazione di una varietà di materiali organici, come alberi, legno, ceramica e pietra. La sua arte si concentra sul rapporto tra l’uomo e la natura; uno dei suoi primi lavori Alpi Marittime 1968 esplora, […]

Lascia un commento