Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

SEO: strategie per l’indicizzazione WordPress

 

Il SEO è un’insieme di strategie pratiche volte all’indicizzazione e all’ottimizzazione di un documento presente sul web. WordPress aiuta l’autore con una serie di richieste che devono essere rispettate per un punteggio più alto.
• Il primo punto fondamentale per un SEO efficace è la KEY WORD. Per scegliere la parola chiave più appropriata è necessario chiedersi: «Cosa cercherebbe l’utente sul web?». La parola che può essere la risposta a questa domanda diventerà la Key Word principale, altri concetti chiave possono essere inseriti nella voce Key Word secondarie.
Una volta selezionata la parola chiave bisogna inserirla nel titolo grande, nel tag titolo pagina, nella Meta Description, nel tag dell’immagine in evidenza (rinominare con la Key Word la foto che comparirà nell’anteprima del pezzo) e nell’alternative tag della foto. La Key Word Principale deve essere presente anche nell’H1 (cioè il primo paragrafo del testo) e, per risultare efficace al 100%, deve ripetersi almeno un’altra volta all’interno del pezzo.

• Il Titolo: Oltre a contenere la Key Word, il tag titolo pagina non deve essere composto da più di 60 caratteri, mentre il titolo principale può essere anche un po’ più lungo.
• La Meta Description: Come il titolo deve contenere la Key Word e deve essere al massimo di 160 caratteri.
Link esterni: per la massima funzionalità del SEO bisognerebbe inserire nel pezzo un link che rimanda ad un articolo esterno (un altro pezzo di approfondimento, un articolo collegato a quello che si sta scrivendo, un video, ecc..)

 

Autori: Flavio Dell’Erba, Giulia Manfredi, Daniele Moccia, Virginia Rosso.

Related articles

Condivisibilità

“La condivisibilità è mettere in connessione le cose” disse Steve Jobs. Condivisibilità è partecipazione, portabilità, sperimentazione. Significa stare al passo con i tempi. I media oggi ci coinvolgono e ci chiedono di condividere i contenuti; il contenuto è diventato qualcosa di sociale, non più individuale. Non a caso si parla di community, luoghi virtuali dove […]

Pea Brain: quando la street-art si fa “ochetta”

E’ intorno al 1986 che iniziano ad apparire tante ochette in giro per la città di Bologna su muri, garage, serrande etc. Ochette che divengono parte del contesto e del paesaggio urbano, che incuriosiscono turisti, giovani universitari e chiunque la città la viva e la respiri almeno una volta. Sono gli anni dei centri sociali, […]