Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Narrazione transmediale

Narrazione transmediale come la definisce Henry Jenkins nel suo testo del 2006 Cultura convergente, è una forma narrativa che, muovendosi attraverso diversi tipi di media, contribuisce a perfezionare ed integrare l’esperienza dell’utente con nuove e distinte informazioni. Ogni medium, veicolando nuove e distinte informazioni, contribuisce allo sviluppo della storia e alla comprensione del mondo narrato. In questo modo l’utente è chiamato a ricostruire il significato complessivo di un’opera integrando vari media.

Jenkins propone due fattori prominenti che guidano la crescita della comunicazione transmediale: – il primo è la proliferazione dei nuovi media come i video games, internet e le piattaforme mobili con le loro applicazioni. – Il secondo è l’incentivo economico per i creatori di media, condividendo gli assets, possono abbassare i costi di produzione. La narrazione transmediale spesso usa il principio della ipersocialità attraverso pratiche di creazione delle storie anche da parte di persone che non hanno direttamente a che fare con la produzione principale.

Related articles

THe iNCIPIT – piattaforma di racconti interattivi

The iNCIPIT è una piattaforma di contenuti tutta italiana, nella quale gli autori portano avanti un racconto sottostando alle scelte degli utenti. Ma l’incipit è solo l’inizio… Al termine di ogni capitolo l’autore è chiamato a porre una domanda relativa al prosieguo della narrazione, dando al lettore tre possibili scelte. La più votata sarà portata […]

Autorialità e proprietà dei dati online

“Senza dubbio il web ha favorito l’appropriazione delle storie da parte dei fruitori che hanno iniziato a dire la loro attraverso fan fiction e produzioni non autorizzate sugli universi finzionali a loro più cari. Contemporaneamente il cyberspazio ha permesso la creazione di universi immersivi e trans(cross)mediali”. Così scrive Giuseppe Carrara in un suo articolo (L’autorialità […]

Lascia un commento