Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

INTERATTIVITÀ E SYSTEMIC GAMES

maxresdefault-1

L’avvento dei videogiochi narrativi d’ispirazione cinematografica ha reso evidente come il pubblico sia fortemente interessato a storie che può rendere sue tramite le proprie scelte. Esistono però altri modi per personalizzare la propria esperienza di gioco. I systemic games sono titoli dove ciò che accade durante le sessioni di gioco non è stato inserito accuratamente in un dato momento dagli sviluppatori, ma è invece la conseguenza di regole diverse presenti nel mondo di gioco che si ritrovano a interagire tra loro. Tale incontro porta aòòa nascita di vere e proprie storie, sebbene narrate in una maniera non proprio convenzionale.

Il giornalista Mark Brown approfondisce questa tematica in un paio di video sul suo canale YouTube Game Maker’s Tool Kit.

Ecco i link: The Rise of the Systemic Game, Stories from Systems.

Davide de Rosa

Related articles

Subvertising

Andrea Gianfanti La parola Subvertising deriva dalla crasi dei vocaboli anglosassoni subvert (sovvertire) e advertising (pubblicità) e sta ad indicare la pratica di vandalizzazione creativa di manifesti pubblicitari. Una forma di culture jamming (sabotaggio culturale) adoperata da diversi collettivi e movimenti contro il sistema consumistico della società e il monopolio della pubblicità nello spazio visuale […]

BANSKY

Banksy è un artista o meglio un writer made in UK,considerato uno dei maggiori esponenti della street art contemporanea, conosciuto su scala mondiale grazie non solo alla bellezza e profondità delle proprie opere, che hanno come tela pezzi di strade e muri, ma anche e sopratutto per come Bansky abbia un identità celata attraverso l’anonimato […]

Lascia un commento