Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Game of Thrones: Conquest

Trono di Spade: La CONQUISTA

Questo gioco nasce come ARG della serie tv “Game of Thrones”, basata sul libro “Cronache del ghiaccio e del fuoco” dello scrittore statunitense George R.R. Martin. La serie ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo grazie alla forza del racconto, a personaggi epici, e all’alternanza di elementi molto umani con altri magici e oscuri[1]

Game of Thrones: Conquest (Trono di Spade: La Conquista) è un MMORTS (strategico massively multiplayer online in tempo reale).

La battaglia per il dominio dei sette regni si sposta così sugli smartphone. Il gioco è uscito il 19 ottobre 2018, sviluppato da uno studio ella Warner Bros, mentre tutti i fan della serie tv erano in attesa dell’ottava e ultima stagione.

Il gioco è basato su un insieme di strategie dove l’utente è il capo di una nuova casata che lotta per conquistare il panorama politico di Westeros. L’obiettivo è quello di reclamare il Trono di Spade, insieme ad altri giocatori di tutto il mondo. È molto importante perciò stringere alleanze e costruire armate. Il gioco consente ai giocatori di prendere parte alla battaglia per i Sette Regni e di impossessarsi di oltre 130 Sedi del Potere, tra cui Approdo del Re e Grande Inverno

Il gioco è disponibile gratuitamente per i sistemi operativi iOS e Android, inoltre è possibile fare acquisti all’interno di esso, per avere più risorse, quali oro o armi.

Le grafiche delle mappe sono davvero ben realizzate e di buona qualità; anche se molti utenti in seguito agli ultimi aggiornamenti si sono lamentati a causa di diversi bug.

Una volta registrato l’utente deve: Innanzitutto scegliere la sua casata, e creare la fortezza e svolgere delle missioni. Per quanto riguarda lo svolgimento delle missioni, l’utente deve “cliccare”sull’avatar di Tyrion, così facendo potrà visualizzare l’elenco delle missioni. In questo modo si possono scegliere manualmente le missioni che si desidera intraprendere, selezionando su “Vai a” per poter essere portato direttamente al sito della missione.

Le “quest” di Tyrion sono il modo migliore per ottenere risorse , perché la città è in grado di produrre da sé il cibo e il legno grazie alle fattorie e alle segherie, ma è buono poter mettere da parte delle scorte. Le monete invece non sono facili da trovare in GoT: Conquest. Man mano che si va avanti dunque, diventerà sempre più difficile guadagnare una notevole quantità di monete. Per svolgere queste azioni bisogna cercare i punti sulla mappa che hanno l’opzione “Raccogli” e selezionare le truppe che si desiderano inviare. Normalmente, ciò significa raccogliere più cibo, ma indipendentemente da quale sia la risorsa in questione, solitamente si riporta in città un bel bottino. Un consiglio che viene dato sui diversi social network è quello di chiedere alle proprie truppe di raccogliere le risorse mentre l’utente dorme o comunque non è attivo, in questo modo non saranno assenti queste truppe in caso di attacco  da parte del nemico.

In GoT: Conquest, inizialmente vi è un “Peace Shield” (scudo di pace), cioè un periodo di immunità, che però dura solo 8 ore. Si possono ottenere questi “Peace Shield” più volte mentre si avanza con il gioco. Vi è poi una mappa grande che include tutte le case vicine e le rispettive città. Inizialmente bisogna desistere dalla tentazione di attaccare una di queste, prima sarebbe opportuno inviare qualcuno per esplorare la città. Questo permette di ottenere informazioni sulle risorse che immagazzinano i nemici e il numero di truppe che hanno a disposizione.

Il gioco inoltre permette di svolgere azioni che non tutti conoscono o notano subito, ma gli utenti appassionati sanno di poter trovare consiglio su diverse piattaforme, quali forum, social network e pagine di internet. Un esempio è la possibilità di usare la funzione del teletrasporto, che consente di spostarsi in luoghi “sicuri”.

 Man mano che si aumenta di livello, si sbloccano più tipi di truppe, e queste truppe saranno di una rarità progressivamente più alta di quelle comuni con cui si ha iniziato

Nel gioco è possibile controllare il livello delle altre casate, che aumenta ogni volta che qualcuno vince in battaglia, o ha completato determinate missioni.

Inoltre il gioco permette di combattere creature controllate dall’intelligenza artificiale, creature mitiche che bisogna uccidere per ottenere risorse e oggetti aggiuntivi.

Nel gioco, che è molto fedele alla serie tv, vi sono anche i draghi, infatti raggiunto il livello fortezza 4, gli scavatori troveranno un pozzo del drago contenente un uovo di drago intatto. Il pozzo del drago può essere costruito e migliorato, esattamente come gli altri edifici. Nel pozzo il drago verrà covato, allevato e cresciuto.

Anche i draghi più giovani possono essere inviati ad attaccare le creature nel Continente occidentale. Tuttavia, anche da adulti non possono essere mandati da soli in marcia. I draghi devono essere sempre assegnati a delle truppe. Il drago non può essere inviato in battaglia solo quando è in esecuzione un miglioramento e quando è immobilizzato a causa di ferite riportate in altre marce.

Ogni volta che si preme il pulsante “Attacca”, delle truppe vengono mandate fuori dalla fortezza, indipendentemente da quello che stavano facendo prima. Si crea così il gruppo, l’esercito, e le truppe sono rappresentate come pedine sulla mappa.

Nel pannello relativo ai gruppi che si trova a destra dello schermo, viene mostrato il tempo rimanente affinché il gruppo arrivi a destinazione. Una volta che un gruppo avrà abbandonato la fortezza, vi è la possibilità di utilizzare un oggetto, il “Richiamo marcia” per far tornare l’esercito, prima che raggiunga il proprio bersaglio. Si può utilizzare velocemente uno di questi oggetti selezionandolo dal pannello relativo ai gruppi, e se non se ne possiede alcuno, lo si può fare pagando in oro.

Le tue truppe iniziano ad arrivare in battaglia quando sono a meno di 3 secondi dal bersaglio, perciò non possono più ritirarsi.

Un altro elemento presente nel gioco è dato dalla possibilità di organizzare raduni, che danno ai membri delle alleanze la possibilità di combattere assieme per sconfiggere potenti nemici. Quando si crea un raduno bisogna scegliere un tempo di preparazione di 5 minuti, 10 minuti, 30 minuti o 60 minuti. Il tempo di preparazione indica il periodo che avranno i membri dell’alleanza per unirsi al raduno, e per inviare le truppe verso la fortezza di riferimento prima che il raduno l’abbandoni per marciare verso il bersaglio. Se un giocatore si unisce al raduno in tempo, ma le truppe non raggiungono la fortezza del comandante prima che il tempo di preparazione scada, tali truppe non potranno partecipare all’attacco.

Un raduno può essere annullato solo dal comandante, e solo fino al momento in cui il gruppo abbandona la fortezza per dirigersi verso il bersaglio. Una volta che il tempo di preparazione giungerà al termine, il raduno prenderà il via e il comandante potrà annullare l’attacco solamente utilizzando l’oro.

Il gioco è molo fedele al mondo creato dai produttori della serie tv “Game of Thrones”, e una volta compreso come svolgere le diverse azioni è molto facile da utilizzare. Essendo stato creato per essere usato su device mobili è possibile usarlo e giocarci in qualsiasi momento.

Inoltrea è molto bello a livello emotivo il fatto di poter trovare i volti noti della serie, come Jon Snow, Tyrion Lannister o Daenerys Targaryen.

Hewan Vitrano


[1] https://www.wired.it/topic/game-thrones/

Related articles

TNT VILLAGE: perché è stato rivoluzionario?

TNT Village è una piattaforma che è stata chiusa recentemente dopo numerose cause e che si insinua nella linea sottile che c’è fra legale e illegale. Nonostante le controversie, ha portato a una piccola rivoluzione del mondo dei torrent e dei copyright. Che cos’è TNT Village? Dopo numerose battaglie legali, il 30 agosto 2019 è […]

Lascia un commento