Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Dear Data – A Week of Mirrors

Dear Data – A Week of Mirrors

Partendo da un’idea di Giorgia Lupi e Stefanie Posacev io e la mia compagna, Maggie Musso, abbiamo tenuto traccia, per una settimana, di ogni situazione in cui ci siamo trovate a rifletterci su di una superficie (specchi, vetrine, finestrini…) e abbiamo trasportato questi dati graficamente, accompagnando a questa rappresentazione una legenda, così da renderne possibile la decodifica. Nella prima versione di questo lavoro abbiamo seguito pedissequamente il modello grafico proposto dalle due designer e abbiamo poi creato un secondo schema grafico di libera invenzione.

Clara Scarafia

Il progetto di Maggie

Related articles

Netflix: un mondo di film e serie TV

Cos’è Netflix? Netflix è una piattaforma di streaming on demand che si occupa della distribuzione di film e serie televisive di propia produzione e non solo. Nasce nel 1997 in California da un’idea di Reed Hastings: inizialmente costituiva un servizio di noleggio DVD, VHS e videogiochi che venivano spediti pagando una somma di denaro; successivamente, […]

Arte Pubblica e Situa.to

Solitamente definita all’inglese come Public Art, l’arte urbana è una particolare modalità di fruizione dell’arte, che si concentra nella città e sfrutta i tessuti urbani generalmente non identificabili come spazi propriamente artistici. La prima forma d’arte pubblica appare già ai tempi della Roma imperiale, quando le città, soprattutto quelle delle province, furono arricchite dalle statue […]

Lascia un commento