Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Year Zero: l’ARG targato Nine Inch Nails

17 aprile 2007 : esce Year Zero , quinto album del gruppo industrial metal statunitense Nine Inch Nails.
Ques’album afferma Reznor, frontman dei NIN, sarà diverso dagli album precedenti ed essendo un concept album avrà come tematica la fine del mondo, inteso come mondo distopico, con diversi richiami ai più famosi autori del genere: Huxley, Philip K.Dick e Orwell.

I really wanted to focus on something that was at the forefront of my consciousness which is, as an American, I’m appalled by the behavior of our government, the direction that it has taken and the direction that it’s taken everyone else in the world and its arrogance… I decided to write an essay about where the world might be if we continue down the path that we’re on with a neo-con-esque government doing whatever it pleases…

Trent Reznor Blasts The American Government – Gigwise

L’inizio del gioco


A pochi mesi dall’usicta dell’album i fan notano una serie di “tracce” lasciate dal gruppo.
Sulle T-Shirt del merchandise ufficiale le lettere evidenziate sulle magliette formano la frase “I am trying to believe“, i fan iniziano a cercare sul web possibili soluzioni etrovano il sito iamtryingtobelieve.com : così ha inizio Year Zero , l’ARG targato Nine Inch Nails e 42 Entertainment compagnia creatrice dell’ARG di Halo 2 “I Love Bees“.


Tutti gli indizi richiamano o al nuovo album, come adesempio la chiavetta USB trovata da un fan ad un concerto dei NIN e contenente una delle tracce dell’album non ancora rilasciato, oppure descrizioni di un futuro distopico (a cui si è invitati a ribellarsi ed entrare a far parte della resistenza, tramite il proseguimento dell’ARG stesso) ambientato nell’anno 0000: in questo futuro distopico gli Stati Uniti hanno eliminato quasi tutti i diritti civili e la popolazione viene drogata tramite il Parepin, una sostanza psicoattiva.
Con lo svilupparsi della storia i fan vengono sempre più coinvolti in questa resistenza e vengono invitati ad un meeting, ad alcuni di lorovengono consegnati dei telefoni prepagati e sono invitati ad un ulteriore meeting segreto che si rivela essere un concerto del gruppo.
L’ultimo sito ci descrive la fine del mondo a causa della Presenza, descritta come una mano fantasma che scende dal cielo (e rintracciabile nello spettrogramma della canzone ritrovata nella chiavetta USB nel bagno del concerto dei Nine Inch Nails).
Per salvare il genere umano un gruppo chiamato Solution Backwards Initiative invia nel passato questi indizi, lasciando dunque il futuro dell’umanità nelle mani dei fan del gruppo.
Ancora oggi l’ARG è giocato dai fan dei Nine Inch Nails ed è oggetto di discussione,come ad esempio avviene sul subeddit dedicato al gruppo (r/nin)

Anna Chiara Andolfi

Related articles

Mr Robot e l’ARG Society: analisi della seconda stagione

A seguito dei dati raccolti sull’attività della community ARG di Mr Robot, nell’infografica ho presentato nello specifico la seconda stagione della serie. Ho riportato tramite diverse tipologie di grafici la quantità di indizi per ogni episodio, il canale utilizzato per la pubblicazione, la fascia della giornata dedicata alla pubblicazione e l’anno di pubblicazione. Chiara Pappalardo

Silverladder, la scala d’argento: tra arg e media art

Si tratta di un Arg mai concluso avviato ufficialmente nell’autunno 2007, ma il sito al centro del progetto è esistito in forme diverse dal 1999. Gestito da un certo Shane Watson, che lo ha utilizzato dapprima come diario personale per poi rimanere affascinato dagli esperimenti narrativi digitali visti in adolescenza vicini al modello dei Cut […]

Lascia un commento