Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Wattpad, nuova frontiera dello Storytelling

Wattpad nasce nel 2006 con l’obiettivo di abbattere la presunta barriera costruita dall’oggetto libro, che risulta nel discostamento dell’autore dal lettore, per mezzo della creazione di un luogo facilmente accessibile a chiunque desideri usufruire della duplice possibilità di leggere e scrivere. Social Network e Community online per lettori e scrittori multilingue, Wattpad è oggi, a tutti gli effetti, riconoscibile come piattaforma di User Generated Content che, inserendosi perfettamente nel processo di colonizzazione del modello della “coda lunga” -termine peraltro coniato da Chris Anderson solo due anni prima, nel 2004- risponde prontamente alla massificazione della domanda disomogenea di fruizione di un sito web dedicato alla letteratura.

Le statistiche editoriali mostrano chiaramente come, ad oggi, in Italia il numero di scrittori sia superiore a quello dei lettori, rendendo così evidente come sempre più persone desiderino scrivere, nonostante siano sempre meno quelle che vogliono leggere ed è proprio questa controtendenza che spinge l’ingegnere elettronico Allen Lau e l’ingegnere informatico Ivan Yuen a testare, sviluppare e produrre una web application funzionale a promuovere una nuova modalità di lettura e produzione scritta del tutto indipendente e alienata dal contesto di appartenenza del consumer.

La mission di questa piattaforma non è, infatti, solo permettere agli utenti di avere libero accesso alla lettura di libri che alcuni scrittori, già affermati nel mondo dell’editoria, decidono di mettere a disposizione gratuitamente, ma anche di consentire agli scrittori emergenti di condividere materiale di scrittura amatoriale.

È in questo frangente che l’utente è chiamato a occupare il ruolo di “critico letterario”/recensore, oltre a quello convenzionale di lettore-scrittore: con un semplice click, a iscrizione avvenuta, si può lasciare un commento, un giudizio e/o un like potenzialmente ad ogni singola frase e/o capitolo. L’autore, utente-scrittore, è libero di pubblicare il suo prodotto letterario, coperto da copyright, interamente o a puntate, in modalità feuilleton, e ha la possibilità di decidere se renderlo pubblico o riservato ad una data utenza così stimolata alla costante interazione.

Il successo della piattaforma, che nel 2014 contava 40 milioni di utenti, non passa inosservato e i suoi prodotti vengono ben presto assorbiti dal mercato editoriale: iniziato con After di Anna Todd, uscito nel 2015 per Sperling&Kupfer, il fenomeno non tarderà ad arrivare anche in Italia con My Dilemma Is You di Cristina Chiperi, pubblicato a pochi mesi di distanza da Leggereeditore; nel 2017, la sperimentazione delle storie-chat, un’innovativa forma di scrittura strettamente collegata all’applicazione multi-device Tap, e dell’audiolibro, tramite una joint venture con Hachette.

Ormai, con l’evolversi della tecnologia, tutti i siti internet si sono attrezzati per creare App che possano permettere la connessione alla piattaforma tramite smartphone in qualunque momento della giornata e in qualunque parte del mondo, andando così ad ampliare ancora di più la pervasività dei Social Media; Wattpad rientra in questa categoria, anche se ancora oggi risulta essere un social network conosciuto da pochissime persone.

Questa nuova e innovativa piattaforma digitale, oltre a permettere l’accesso a materiale che fino a qualche anno fa era disponibile solo a pagamento, è anche una piattaforma che adempie a pieno al “compito” di cui i Social Media si sono fatti portatori: unire nicchie di persone in giro per il mondo, andando così a creare la cosiddetta “bolla” dove all’interno è possibile trovare un gruppo omogeneo di individui che condividono gli stessi interessi.

Sarà proprio a partire da questa consapevolezza che dal 2014 Wattpad, da piattaforma gratuita per avvicinare lettori e scrittori emergenti, assumerà il ruolo ulteriore di archivio di dati utili a comprendere i gusti di una grossa fetta di acquirenti del mercato editoriale, tornando paradossalmente a quell’oggetto libro, inizialmente percepito come un limite dallo stesso pubblico che, qualche anno dopo, deciderà di acquistarlo.

Dopo la promozione di una nuova interfaccia Premium che dà accesso a storie a pagamento ed elimina la pubblicità -con l’obiettivo dichiarato di trarre profitto non solo dalla vendita dei diritti, ma anche dalla qualità della piattaforma stessa- è, infine, a partire dall’inizio del 2019, che Wattpad si ristruttura verticalmente e introduce nuovi servizi sul mercato quali una casa editrice asservita all’ormai onnipotente algoritmo, Wattpad Books, e uno studio cinematografico, Wattpad Studios, diventando così, a tutti gli effetti, il principale autore rivoluzionario e magnate dello storytelling.

Allocco Damiana

Revello Alessia

Scarafia Clara

  • Ventura, R. A., Teoria della classe del disagio, cap. 4, minimum fax, Roma 2017
  • https://www.editorromanzi.it/wattpad-come-farsi-notare-dalle-case-editrici/, Stefania Crepaldi, Wattpad: Come Farsi Notare dalle Case Editrici, Editor Romanzi 16 maggio 2019
  • https://libreriamo.it/libri/wattpad-books-casa-editrice-libri-scelti-algoritmo/, Wattpad lancia la sua casa editrice, libri scelti da un algoritmo, Libreriamo
  • https://venturebeat.com/2014/04/08/social-reading-platform-wattpad-announces-massive-
  • 48m-financing-round/, John Koetsier, Singular, Social readingplatform Wattpad announces massive $46M financing round, Ventura Beat 8 aprile 2014
  • https://www.wired.it/internet/social-network/2014/12/23/wattpad/, Marcello Mari, Wattpad, il social network degli autori online, Wired.it 23 dicembre 2014
  • https://it.wikipedia.org/wiki/Wattpad

Related articles

Google Charts

Di Rachele Cataldo L’attività della narrazione è da sempre associata all’utilizzo di uno strumento canonico: la parola. Nel mondo contemporaneo e del web 2.0 tuttavia, le parole non bastano più. Sembra, infatti, che soprattutto quando è necessario narrare un processo, le tappe di un progetto e – più generalmente – una storia, gli strumenti più […]

Medium

Medium, una sorta di ibrido tra una piattaforma di blogging (CMS, content management system) ed un social network, nasce nel 2012 grazie al co-fondatore di Twitter, Evan Williams; il sistema permette di scrivere e condividere contenuti testuali e visivi, ovvero un’esperienza di storytelling più libera e completa a chiunque voglia comunicare i propri contenuti. Per […]

Lascia un commento