Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei.
Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Expand search form

Netflix: un mondo di film e serie TV

Cos’è Netflix?

Netflix è una piattaforma di streaming on demand che si occupa della distribuzione di film e serie televisive di propia produzione e non solo. Nasce nel 1997 in California da un’idea di Reed Hastings: inizialmente costituiva un servizio di noleggio DVD, VHS e videogiochi che venivano spediti pagando una somma di denaro;

successivamente, a causa del mancato successo di questa idea, venne introdotta la possibilità di pagare un abbonamento mensile e usufruire del servizio durante l’arco di tempo prestabilito. Questa alternativa portò Netflix al successo che decise così di affiancare al noleggio una piattaforma di streaming con le stesse modalità: pagando una quota mensile gli abbonati avrebbero potuto godere di film e serie televisive online. In seguito, il servizio di noleggio venne accantonato a favore della sola piattaforma di streaming.

Nel 2015 Netflix arriva in Italia ed è attualmente presente in tutto il mondo ad accezione di Cina, Siria, Corea del Nord e Crimea. In totale Netflix raggiunge 125 milioni di utenti.

Il ruolo del prosumer 

Gli utenti, per poter usufruire del servizio, devono scegliere il tipo di abbonamento che prediligono e pagare la somma corrispondente a quello scelto. Gli utenti avevano la possibilità di usufruire di un mese di prova gratuita e scegliere in seguito se disdire l’abbonamento o se proseguire pagando la somma dovuta; successivamente la possibilità di beneficiare della prova gratuita è stata eliminata per poi venire reintrodotta solo recentemente ma diminuiendone il periodo: da un mese a 14 giorni. Gli abbonamenti disponibili sono i seguenti:

  1. BASE: pagando 7,99€ al mese l’utente può usufruire del servizio avendo a disposizione uno schermo (in questo caso solo una persona può utilizzare Netflix);
  2. STANDARD: pagando 11,99€ al mase l’utente può usufruire del servizio avendo a disposizione due schermi (almeno due persone possono utilizzare il servizio contemporaneamente) e ottenere una qualità dell’immagine migliore (HD);
  3. PREMIUM: pagando 15,99€ al mese l’utente ha a disposizione 4 schermi e una qualità immagine ULTRA HD.

L’abbonamento standard e quello premium danno la possibilità di dividere il prezzo con rispettivamente uno o tre amici, risparmiando sulla somma che si pagherebbe scegliendo l’abbonamento base.

Una volta effettuato l’abbonamento l’utente può creare il suo profilo; nel caso si divida l’abbonamento, ogni utente potrà creare il proprio profilo che varierà sulla base delle preferenze e di ciò che si sceglie di guardare.

Netflix divide film e serie televisive per categorie per facilitare la scelta agli utenti e riassume in poche frasi il loro contenuto per far sì che l’utente, nella stessa categoria, scelga cosa più gli interessa. 

Netflix: la comunicazione

Netflix dispone di un account Instagram per ogni paese che ne usufruisce; l’account italiano conta quasi 3 milioni di followers. La comunicazione si basa non solo sulla promozione di titoli ma anche e soprattutto sull’interazione con gli utenti. Utilizzando i personaggi di film e/o serie televisive presenti su Netflix, vengono create immagini divertenti.

Netflix è anche su Facebook, dove sono presenti gruppi fandom di utenti appassionati alla piattaforma e ai suoi contenuti.

Giulia Montecalvo

Previous Article

DOVE (QUASI) TUTTO È CONCESSO: L’ARG DI WESTWORLD

Next Article

Wattpad, nuova frontiera dello Storytelling

You might be interested in …

Ipertesto

L’ipertesto, in informatica, è un insieme non lineare di documenti con informazioni di varia natura (testi, immagini, brani musicali, filmati), collegati l’uno all’altro per mezzo di connessioni logiche e rimandi (link) che consentono all’utente di […]

Frame

Lo scopo dei frame è di dare un’organizzazione alle conoscenze relative ad un dominio determinato, in modo da facilitare il reperimento delle informazioni rilevanti e i processi d’inferenza. Quello che comunemente chiameremmo contesto. Nasce quindi […]

Lascia un commento