Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

21 Buttons: i prosumers nel settore moda

Il marketing ha reso propri i vantaggi che il web ha sviluppato. La piattaforma 21 Buttons ne è un esempio, con l’utente che diventa prosumer

Internet si sta trasformando sempre più in una rete di persone e di business. La rivoluzione digitale che ha invaso la nostra società ha portato ad una rivisitazione a 360 gradi delle nostre vite che, piano piano, hanno subito trasformazioni radicali: le pratiche più comuni si sono trasferite gradualmente anche sul web. In particolare, i social network si sono insidiati come delle gocce d’acqua in una crepa aperta da Internet, andando a sostituire diverse pratiche prima svolte solamente face to face o comunque di persona, rendendole possibili con un semplice dispositivo mobile connesso alla rete. Anche il marketing ne ha approfittato per sfruttare i vantaggi che il web riserva, dando vita a nuove strategie: l’inbound marketing ne è un esempio. Questa pratica prevede infatti che gli utenti vengano attratti verso il sito in questione, cercando ciò che interessa loro, ma senza che sia l’azienda ad attivarsi per cercare dei possibili fruitori di contenuti.

21 Buttons, la fashion app simile a Instagram

Tra i programmi che sfruttano questo meccanismo c’è anche 21 Buttons, una piattaforma nata a Barcellona ed arrivata in Italia nel 2016, che rende la moda a portata di click. Si tratta di un cosiddetto “social shopping network”, che però può definirsi anche come “social fashion” o “fashion app”. Resta di base come un social network ed ha infatti funzioni simili ad Instagram, che però si incentrano sulla condivisione di outfit, rendendo la piattaforma, disponibile anche sotto forma di app, riservata alla diffusione di contenuti riguardanti abbigliamento ed accessori. Permette agli utenti registrati di utilizzare gli scatti pubblicati per dare vita ad un collegamento con i brand dai quali vengono acquistati i capi indossati, potendo guadagnare una percentuale in base agli acquisti che vengono effettuati cliccando sulle foto postate. Chi sceglie di registrarsi a questa piattaforma, lo fa anche semplicemente per trovare la giusta ispirazione riguardo ad outfit ed abbinamenti, o per avere visibilità e non per forza per motivi legati all’e-commerce, che però è la caratteristica che rende 21 Buttons differente.

21 Buttons: shopping e guadagno a portata di click

Oltre allo scambio di like ed ai follower, che si generano in base ai gusti degli utenti, attenti alla cura dei dettagli ed agli abbinamenti, è infatti possibile creare una rete di shopping online, favorendo i marchi noti ma anche quelli considerati come brand di nicchia: non è necessario postare scatti con capi di marca per dare il via al tutto. Per rendere disponibile il collegamento diretto con gli store è necessario inserire un bottone sul capo che si vuole “sponsorizzare”, aggiungendo una descrizione con un link. In questo modo si crea una rete che permette di acquistare direttamente dalla piattaforma, facendo guadagnare a chi ha postato la foto con il capo selezionato una cifra che varia dal 4 al 6% in base al brand. Quando si raggiunge una cifra pari ad almeno 10 euro, si può riscuotere la somma. Gli utenti sono quindi attivi su più fronti, potendo restare sempre al passo con i tempi e con le mode del momento. Un vantaggio multiplo quindi, generato con qualche semplice click, ma che si è trasformato in fretta in un business tutto nuovo.

Veronica Guariso

https://www.elogic.it/it-it/elogic/blog/giugno-2019/21-buttons-il-social-shopping-network-per-gli-e-commerce-della-moda

https://thelazytrotter.com/come-funziona-21-buttons-idee-outfit/

Related articles

I Death Grips sono la band che ci meritiamo

I Death Grips sono un gruppo statunitense etichettabile sotto il genere di “experimental hip hop”. Sono nati nel giro di una notte e sono famosi per essere dei pazzi scatenati bipolari che fanno quello che vogliono e come piace a loro, senza sottostare a case discografiche, norme e contratti. Le denunce che hanno ricevuto sono […]

Aegisub

Aegisub è uno strumento libero multipiattaforma per sottotitolare i video che può essere usato sia da esperti dell’editing (che in questo caso significa “curare” in modo estremamente curato la resa grafica ed estetica dei sottotitoli) che da principianti per limitarsi a tradurre, anche meccanicamente, uno script (file di sottotitoli separato dal video) già presente oppure […]

Lascia un commento