Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

The Lost Ring: un ARG di portata mondiale

The Lost Ring è stato un gioco di realtà alternativa avviato da McDonald’s, come parte integrante della strategia marketing per le Olimpiadi del 2008 a Pechino, in Cina. La diffusione, se così possiamo definirla, mondiale, è proprio ciò che lo caratterizza; si svolgeva in sei continenti, in sette lingue diverse per una durata di sei mesi. L’ARG si sviluppava intorno a cinque personaggi che si ritrovavano, colpiti da una strana amnesia in Sud Africa, Inghilterra, Corea, Giappone e Argentina, bendati e all’interno di un labirinto. Ognuno in seguito scopriva di avere un tatuaggio sul braccio: una scritta in esperanto, “trovare l’anello perduto”.

FC3NTWGFDO297HO.LARGE

Nel marzo dal 2008 viene presentato il primo personaggio sul sito di findthelostring.com, e nel corso delle prossime ore vengono scoperti gli altri personaggi.

Non solo la figura del labirinto rimanda ad un mistero da risolvere, ma i personaggi chiedono l’aiuto a chi è in ascolto per risolvere l’enigma. Il gioco iniziava da una serie di indizi che venivano recapitati a casa di blogger o esperti ARG, contenuti in confezioni. Invitava i giocatori di tutto il mondo a unire le forze sia online che nel mondo reale, indagando misteri dimenticati e leggende urbane di antichi giochi; i due tipi di giochi: ARG e le Olimpiadi, che hanno il potere di impegnarsi e unire le persone in tutto il mondo.

lostring

 

Fonti:

The Lost Ring: Taking the Blindfold Off

 

Related articles

“Il metodo analogico dell’era digitale”: la mia esperienza con Bullet Journal

“Il metodo analogico dell’era digitale”, così Ryder Carroll definisce il metodo di sua invenzione Bullet Journal. Carroll aggiunge che non si tratta di una semplice agenda, ma di un modo per “aiutarti a tracciare il passato, organizzare il presente e pianificare il futuro”. Certo, sembra invitante con questa definizione, come se fosse la soluzione a […]

Escape Room: il gioco della fuga

Le Escape Rooms sono una nuova forma di intrattenimento particolarmente coinvolgente in grado di far impersonare al giocatore uno specifico ruolo a seconda della stanza scelta. La durata dell’avventura varia a seconda delle particolari caratteristiche, ma la maggior parte delle room escape ha un limite di sessanta minuti per risolvere tutti gli enigmi. L’obiettivo del […]