Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Bilibili: new utents interactions

Bilibili fondata nel 2009. Il suo principale contenuto aziendale di questa piattaforma è : integra diversi tipi di video (anime, film, serie TV, documentari, ecc.) e il video creatore di Uploader . E l’anime giapponese e il video creatore di Uploader sono la caratteristica più importante che lo distingue dalle altre piattaforme video.

La cosa più degna di nota è che si può dire che la piattaforma l’aver creato una nuova modalità di interazione utente, vale a dire il video di Barrage. L’idea viene dalla cultura del Barrage giapponese, in cui gli utenti che stanno visionando un contenuto, possono inviare commenti, o commentare i commenti di altri utenti, in tempo reale.Questi commenti verranno visualizzati contemporaneamente sullo schermo di tutti gli utenti che stanno visualizzando lo stesso contenuto. L’opinione della gente che ha avuto esperienza con Bilibili è del tipo: “Cosa sta facendo Bilibili ? ” “Certo che guardare la divertente Barrage ! ”

Vale a dire, gli utenti della piattaforma non sono solo utenti, ma da un’altra prospettiva, i commenti dell’utente per il video ,l’interazione dei commenti tra utenti e utenti è diventata a sa volta, un altro nuovo contenuto con valore di visualizzazione.

Al momento, questi Uploader hanno milioni di fan in Bilibili, che sono divisi principalmente nei seguenti tipi: cosplay, commenti sui internet games e trasmissione in diretta, Uploader straniero, insegnamento del trucco.

Ad esempio: L’Uploader Guo Jerry, che ha 3.529 milioni di fan. Il contenuto principale del suo video è confrontare la differenza tra cultura cinese e cultura americana, ma concentrandosi principalmente su cibo ,hotel, viaggi . Nel suo video, prova piatti di diversi paesi o sperimenta hotel in diversi paesi. E poi consiglia l’utente la sua propria esperienza. Di conseguenza, attraversando questi hot video ,può ricevere le risorse pubblicitarie fornite dai commercianti, e riceve compensi pubblicitari più elevati.

Naturalmente, il ruolo dell’utente per i Uploader è che l’utente determina la direzione principale dei contenuti video postati . Ad esempio, se si ottiene la conclusione dai dati di riproduzione in background , e dal livello positivo dei commenti degli utenti : ad esempio, se un video sul cibo otterrà più commenti positive ,i click rate più alta , i video che parleranno di cibo saranno più frequenti.

Il problema è che incluso altre piattaforme, così come i singoli prosumer, hanno una filosofia di servizio “customer first” , e una filosofia operativa di “lascia parlare i dati .” (perché il denaro è in definitiva creato dai consumatori). Quindi l’esperienza dell’utente e la loro valutazione , alla fine portano a una riduzione della diversità di scelta dei consumatori, che sono già state ridotte, senza che ne abbiano consapevolezza? Nel mondo dei media e online, i nostri occhi per vedere il mondo, il contenuto dello scenario che vediamo, sembra che sia aumentato di più , ma si può affermare che, l’ambito di questo scenario nfatti è ridotto.

YèFeng

Related articles

Detroit: Become Human

Scena iniziale del videogioco “Hello! Welocome to the DETROIT experience. I’m an android and i’ll be your hostess” così il gamer contemporaneo viene introdotto all’avventura di Detroit: Become Human, ultimo figlio di David Cage che, dopo altre esperienze di videogiochi caratterizzate da storie a bivi, approda ad una rappresentazione grafica interattiva di un dilemma molto […]

“Cent Mille Milliards de Poèmes”: Queneau e la letteratura combinatoria

Interactive Storytelling and Art 2019 Cent Mille Milliards de Poèmes, del 1961, di Raymond Queneau è un libro interattivo di poesia combinatoria. Come dice lo stesso Queneau nella prefazione: “Questo librettino permette a chiunque di comporre a piacimento centomila miliardi di sonetti; tutti regolari, s’intende. Perché questa è, dopo tutto, nient’altro che una sorta di […]

Lascia un commento