Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Aequilibrium- L’ultimo custode di Leonardo

“Aequilibrium – L’ultimo custode di Leonardo” è un ARG basato sulla posizione dell’utente e sui suoi movimenti progettato con una finalità culturale: il giocatore si trova proiettato in un mondo nel quale non si distingue più la realtà dalla finzione, i personaggi reali da quelli di fantasia e soprattutto gli spazi fisici da quelli digitali creati dal gioco. Come ogni ARG è un gioco transmediale, che coinvolge diversi tipi di media e di social network per il ritrovamento di indizi e per completare il gioco.

È stato lanciato nel 2013 come nuova proposta per la fruizione del patrimonio culturale, come esperimento e come nuovo progetto. Il gioco si sviluppa in parte online, come su Facebook o Youtube, e in parte in città fisiche e reali, come Collegno, Vigevano e Mortara. Gli indizi sono presenti sia sulle piattaforme social che nella vita reale, e per risolvere gli enigmi bisogna ricollegare il tutto. È anche utilizzabile un sito dedicato al gioco come piattaforma per gli indizi.

Il gioco è nato appunto per promuovere attività culturali e stimolare i giocatori a questo tipo di interesse, tramite il contatto con personaggi storici come Leonardo Da Vinci, direttamente citati durante l’esperienza multimediale.

Related articles

Johannes Fabian

Johannes Fabian nasce il 19 Maggio 1937 a Glogau (Polonia) ed è attualmente professore di antropologia all’università di Amsterdam. Nel 1956 Fabian si muove a Bonn e per continuare i suoi studi si sposterà poi in Austria alla Missionshaus St. Gabriel. Studiò qui antropologia e successivamente a Monaco e all’università di Chicago. Il suo campo di […]

Rayuela

“L’assurdo è che non sembri assurdo, – disse sibillinamente Oliveira. – L’assurdo è l’uscire la mattina e trovare sull’uscio, ai tuoi piedi, la bottiglia del latte, e tu resti tranquillo, perché ieri ti è capitato lo stesso e domani ti ricapiterà. È questo stagno, questo così sia, questa sospetta mancanza di eccezioni. Non so che […]

Lascia un commento