Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Infogram

Infogram è una piattaforma di visualizzazione e infografica di dati supportata sul web.
La sua caratteristica principale è l’interattività con cui possono essere presentate le informazioni: questo metodo migliora la capacità di pensare in modo critico e di trarre le proprie conclusioni, partendo sempre da dati come base ma configurandoli in stratificazioni e classificazioni che di volta in volta mettono in evidenza aspetti diversi. La sfida creativa consiste nel creare formati di visualizzazione accessibili, che si adattino a diversi casi e tipi di utilizzo di dati, nel modo più efficace possibile.
Per comporre la propria infografica la piattaforma offre 35 tipi di grafici, 500 mappe e un milione di immagini: una vasta gamma di scelta per costruire il focus su cui – a propria discrezione – dovrà vertere l’attenzione del pubblico. Come la maggior parte degli strumenti, Infogram offre una serie di modelli di base che possono essere facilmente personalizzati con le statistiche e grafiche pertinenti.

L’esempio proposto è quello dell’Infografica prodotta per il progetto “Cambridge Analytica”, nel corso di Interactive Storytelling and Art 2019/2010 presso l’Università degli Studi di Torino

Related articles

Dear Data: fiori come quantificatori

Il mio Dear Data, in collaborazione con Nazzareno, era basato sul “Phone addiction”. Ogni fiore rappresenta un utilizzo del cellulare, differenziati in base ai colori. Ogni petalo che vola è l’utilizzo, quantificato in ore, di ogni parametro. Le ore sono state calcolate proprio grazie al cellulare, con la funzionalità di “benessere digitale”, la quale ti […]

The Lost Ring: un ARG di portata mondiale

The Lost Ring è stato un gioco di realtà alternativa avviato da McDonald’s, come parte integrante della strategia marketing per le Olimpiadi del 2008 a Pechino, in Cina. La diffusione, se così possiamo definirla, mondiale, è proprio ciò che lo caratterizza; si svolgeva in sei continenti, in sette lingue diverse per una durata di sei […]

Lascia un commento