Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

The Noun Project

Il sito https://thenounproject.com raccoglie icone e simboli totalmente gratuiti. Il progetto infatti raccoglie una fornitissima libreria di simboli in formato vettoriale SVG, che è possibile scaricare semplicemente facendo un log-in.

Il progetto nasce dall’idea di Edward Boatman (creatore del sito insieme a Sofya Polyakov e Scott Thomas), che stanco di non avere un sito che fungesse da risorsa da cui poter attingere nel caso avesse avuto bisogno di un’icona già pronta (Boatman lavorava in uno studio di architettura), decise di creane uno suo.

Il contenuto del progetto è di dominio pubblico, e i creatori delle icone scaricabili provengono da tutto il mondo.

“Il sito ha quattro linee guida stilistiche: includere solo le caratteristiche essenziali veicolate dall’idea, mantenere uno stile di design coerente, favorire un aspetto industriale rispetto ad uno fatto-a-mano ed evitare la trasposizione di opinioni, sentimenti e convinzioni personali”. (fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/The_Noun_Project). Ecco un esempio di ciò che si può e non si può condividere sul sito:

Il sito permette periodicamente di partecipare alle Iconathons, dei laboratori di progettazione pubblici affinché nuovi simboli e icone possano aggiungersi alla libreria già esistente. Durante questi incontri possono partecipare volontari, graphic designer e chiunque si occupi di comunicazione. I partecipanti vengono divisi in gruppi, e a ogni gruppo viene assegnato un argomento da trattare da cui nasceranno le icone e i simboli disponibili al pubblico.

Tatiana Dimartino

Interactive Storytelling and Art 2019

Related articles

Linkedin: come un semplice click può trasformarsi in lavoro

Linkedin, piattaforma nata nell’ormai lontano 2003, è la rete professionale più grande del mondo. Nacque con l’obiettivo di collegare più persone all’interno di una piattaforma web alla quale potessero accedere professionisti di ogni ambito e settore. Linkedin non si limita a essere una rete di relazioni, in esso è possibile inserire il proprio curriculum vitae, […]

Detournement

Keywords: la variante, la riappropriazione, il movimento situazionista internazionale, un’ironica imitazione, Guy Debord. Il detournement fu una delle pratiche del Movimento Situazionista Internazionale nella Francia del dopoguerra e dell’Europa settentrionale negli anni ’50 che portò avanti una critica potente e sovversiva della moderna società delle merci. Il concetto di detournement venne teorizzato per la prima […]

Lascia un commento