Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Progettazione

Per progettazione si intende quel passaggio che, solitamente, deve affrontare qualunque progetto esistente creativo o funzionale che sia un video, una statua, un quadro, una fotografia o un qualunque altro prodotto o servizio.
Essa è necessaria perché porta ad una pianificazione e una programmazione dei vari step necessari affinché l’idea (che è qualcosa di volatile, immaginativo e totalmente immateriale) diventi infine qualcosa di concreto. Questo eviterà che nel bel mezzo di un lavoro  in corso di svolgimento, ad esempio, non ci si trovi smarriti, chiedendosi cosa sia necessario fare ancora o come oltrepassare un ostacolo. Gli ostacoli sicuramente saranno sempre in agguato durante la lavorazione ad un progetto, ma una buona progettazione renderà il lavoro più svelto, e i problemi saranno più facilmente risolvibili visto che si avrà chiara la direzione che si desidera prendere. Spesso si hanno poco tempo e poche risorse a disposizione: la progettazione sarà utile e fungerà da scheletro del progetto, qualunque esso sia; ma non solo. In alcuni casi, come ad esempio in campo pubblicitario, il progetto non partirà neppure senza una buona e solida progettazione che funga da garanzia che il disegno dell’idea sia proprio quello che il cliente desidera vedere.

Essa è determinante perché stabilisce mezzi, azioni, materiali e metodologie che andranno tutti a favore della buona riuscita della concretizzazione del lavoro finale.
Ad esempio, in grafica, quando si crea un immagine digitale, è necessario conoscere a monte l’aspect ratio (il formato di immagine) che più si addice al progetto che si andrà a sviluppare.
Si tratta dunque di effettuare a monte uno studio dettagliato in ogni sua sfaccettatura: obiettivi, analisi, previsioni, che non possono essere soltanto immaginati per le motivazioni dette sopra.
E tuttavia anche le installazioni artistiche contemporanee, quelle che sembrano svolte nella maniera meno “progettata” di un quadro di Caravaggio, hanno dietro la loro superficiale riuscita un lavoro e uno studio non da poco.
La progettazione dunque, anche se mascherata, deve esistere sempre.

Tatiana Dimartino

Interactive Storytelling and Art 2019

Related articles

Fan e Fandom

«Lo studio dei fan è al centro delle ricerche contemporanee della sociologia della cultura» Per chiunque lavori nel mondo dei prodotti di intrattenimento, che si producano film, serie tv, romanzi o brani musicali, è diventato oggi impossibile non confrontarsi con i fan. In un mondo sempre più legato ad internet e alla multimedialità, infatti, l’intera […]

Lascia un commento