Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

ALLOCRONISMO

Andrea Gianfanti

Con allocronismo s’intende un atteggiamento di messa a distanza non attraverso lo spazio, ma attraverso il tempo. Un atteggiamento che passa per la “negazione di coevità”, ovvero per il rifiuto di considerare membri di altre culture appartenenti a pieno titolo al presente, attribuendo loro una temporalità altra, tendenzialmente arretrata e primitiva. [Fabian 2000]. Un comportamento che Johannes Fabian indicava, in Time and the Other, come effetto delle strategie discorsive etnografiche che configurano una cronopolitica (Fabian 1983: 144) e una diseguaglianza temporale operante ben oltre l’antropologia, peraltro costrutto culturale essa stessa, e particolarmente rilevante nella considerazione dell’arte o delle arti degli “altri”, ma anche in qualsivoglia manufatto. L’allocronismo acquisì in saldo fondamento epistemologico nell’Ottocento, grazie all’evoluzionismo, che naturalizzò il tempo e lo spazializzò, sicché nei “selvaggi” gli europei cominciarono a vedere se stessi allo stato primordiale, con le vantaggiose implicazioni etico-politiche che l’idea comportava.

Andrea Gianfanti

Interactive Storytelling and Art 2019

Related articles

Universo Pokemon: best practice di narrazione transmediale

Con Transmedia Storytelling, termine coniato dal famoso ricercatore americano Henry Jenkins, s’intende quella particolare forma narrativa che, muovendosi attraverso diversi tipi di media, contribuisce a integrare e perfezionare l’esperienza dell’utente con nuove e distinte informazioni. Sono numerosi gli universi che vengono raccontati attraverso l’ausilio dei vecchi e dei nuovi media ed esiste pertanto un nesso […]

Tecnica del cut – up narrativo e la figura di William Burroughs.

Il cut-up è una tecnica letteraria stilistica che consiste nel tagliare fisicamente un testo scritto, lasciando intatte solo parole o frasi, mischiandone in seguito i vari frammenti e ricomponendo così un nuovo testo che, senza filo logico e senza seguire la corretta sintassi, mantiene pur sempre un senso logico anche se a volte incomprensibile. La […]

Lascia un commento