Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Dear Data: la mia dipendenza da cellulare

Dear Data è un progetto di due designer che per un anno hanno raccolto e rappresentato dati su di sé. Il Museum of Modern Art (MoMA) di New York ha acquisito nella sua collezione permanente le 104 cartoline che le designer Giorgia Lupi e Stefanie Posavec si sono spedite da un lato all’altro dell’oceano Atlantico, tra settembre 2014 e settembre 2015. Le cartoline raccolgono informazioni private e mostrano quante cose si possono capire di una persona osservando con precisione i piccoli aspetti della sua vita.

Seguendo lo stile di Stefanie Posavec ho realizzato la mia cartolina “dipendenza da cellulare”. Per una settimana (dal 18 ottobre al 24 ottobre 2019) ho preso appunti di tutte le volte che ho utilizzato il cellulare. Mi sono accorta che lo uso soprattutto per:

  1. Guardare ora
  2. Contattare qualcuno
  3. Fare foto
  4. Scrivere note
  5. Social Media
  6. Google Maps
  7. Ascoltare musica
  8. Conta passi

Per riuscire al leggere la cartolina ho creato una legenda dove ogni colore corrisponde ad un’azione e ho suddiviso il foglio in 7 per rappresentare i giorni della settima.

Progetto realizzato in collaborazione con Eleonora Fiorentino.

Related articles

Dear Data: una settimana di impegni

Ho realizzato il progetto Dear Data con Grace Janet Malerba sulla base di quello originale elaborato dalle due artiste Giorgia Lupi e Stefanie Posavec (https://isaacstoriesunito.wordpress.com/2019/10/28/dear-data/). Noi abbiamo scelto di sperimentare una tematica a noi vicina, quella degli impegni che scandiscono la nostra settimana, cercando di rappresentarli in modo personale. La raccolta dei dati riguardanti i […]

Timothy Morton

Un autore paragonabile al già citato William Gibson può essere Timothy Morton. Sono due scrittori, da un certo punto di vista, paragonabili; non tanto perché hanno dedicato la loro scrittura al genere fantascientifico, neanche perché si sono più volte interrogati sul futuro, immaginandolo non troppo felice e roseo; Gibson e Morton, se si può cercare […]

Lascia un commento