Un laboratorio di fabbricazione a controllo numerico per lo sviluppo di materiali editoriali interattivi, sia multimediali, sia cartacei. Uno spazio dove produrre, giocare e imparare insieme, che offre servizi per la creazione e fruizione di contenuti e al contempo rafforza identità e coesione sociale.
Un luogo aperto e accogliente dove entrare in contatto con la tecnologia e gli strumenti della comunicazione per accrescere consapevolezza, competenza e autodeterminazione.

Dear Data: Food Preferences

Il progetto Dear Data nasce da un minuzioso e stravagante lavoro di Stefanie Posavec e Giorgia Lupi, entrambe miravano a raccogliere creativamente dati analogici, attraverso rappresentazioni settimanali su cartoline.

I disegni in questione sono di tipo creativo e di tipo schematico.

Con la mia collega Valentina Angotti, abbiamo deciso di segnare in modo colorato le nostre Food Preferences.

Condurre vite da studentesse fuori sede ci ha portate a mangiare e ad aver voglia di mangiare determinati cibi, anche ripetute volte in brevi lassi di tempo. Abbiamo quindi monitorato ogni cosa, lei le scelte ed io i desideri.

Flaminia Bucarelli.

Related articles

Creative Commons: la libreria digitale del royalty-free

di Rachele Cataldo Nei primi anni ’70 Guy Debord immaginava un mondo artistico dove ogni autore ponesse le proprie opere alla portata di tutti per essere rimaneggiata, riplasmate e ridistribuite. La sola idea sembra impossibile, dato non solo l’attaccamento autoriale che ogni artista ha del proprio prodotto, ma anche per i copyright che recingono tali […]

Digital First. Pensare in digitale

Interactive Storytelling and Art 2019 – Varaschin “Digital First” è approccio di progettazione in cui si prevede che un nuovo contenuto debba trovare il suo spazio all’interno dei nuovi media già alla sua nascita. Pensare un contenuto come “nativo digitale” offre la possibilità di sfruttare nel migliore dei modi le nuove tecnologie. Un buon punto […]

Lascia un commento